website statistics

Attori Nel Mondo e Del Mondo

Benvenuti sul sito Attori Nel Mondo .com, il sito dedicato al mondo del cinema, degli attori internazionali e non, delle news riguardo gli ultimi film e, perche' no, del gossip sul mondo del cinema ed attori. Attori Nel Mondo e' la controparte italiana del nostro fratello maggiore Americano Actors Life Style e, pur condividendo con loro la medesima passione per il mondo del cinema, siamo completamente indipendenti a livello redazionale ed editoriale.

Piu’ ombre che luci per Bond 25

Pare che il film del venticinquesimo anniversario della serie di James Bond sia piu’ travagliato del previsto. Prima tutti i problemi nella scelta del regista, poi i ritardi di scripting. Poi la sorpresa del licenziamento di Danny Boyle come regista.Il licenziamento di Danny Boyle non ha portato solo una sterzata e un ritardo forte nella produzione ma ha anche causato grossi malumori. Prima Ivano Cheers (Body Double, attore secondario e uno dei responsabili di pre produzione del venticinquesimo film di James Bond) e’ stato molto aperto e aggressivo sui suoi socials (Facebook e Instagram) tirandosi dietro l’ira dei dirigenti di produzione e rischiando l’allontanamento dal progetto, poi nessun regista voleva salire su una barca che stava affondando. Danny Boyle non era solo stato scelto come regista ma anche come co-scrittore dello script e come tale i diritti sono scomparsi con il suo allontanamento.

Quando Barbara Broccoli ha annunciato il nome del nuovo regista Cary Fukunaga tutti i fans sono rimasti silenziosi per non dire delusi.
Effettivamente la fama del nuovo regista non e’ equiparabile ai suoi predecessori come Sam Mendez o Boyle stesso ma non sarebbe la prima volta che un outsider crea un capolavoro o, almeno porta ulteriori innovazioni necessarie a rinfrescare un franchise che inizia ad invecchiare.

Il problema e’ che Fukunaga ha voluto uno script completamente nuovo e gran parte della crew rinnovata e molti addetti ai lavori si sono letteralmete scontrati con la produzione per avere accettato questa scelta.

Sempre Ivano Cheers , supportato da Mark Hutton responsabile della cinematografia, ha rilasciato parole sensibili e pesanti dicendo, e quoto: “Un film di James Bond e’ un blockbuster di dimensioni epiche, non un piccolo cortometraggio indipendente: centinaia se non migliaia di operatori (dai cameramen agli elettricisti, dai truccatori agli addetti alle pulizie dei set) si affidavano a questo progetto e a queste tempistiche per supportare le proprie famiglie e ora sono senza lavoro e in un limbo dove non sanno cosa e come fare: mi stupisco che la famiglia Broccoli e lo stesso Daniel (Craig) rimangano impassibili davanti a queste questioni.

Parole pesanti che escono dal classico coro hollywoodiano che forse avranno conseguemze.

Come andra’ a finire: si vedra’ … intanto Impossible Mission sbanca ai botteghini….